News ed eventi

Tutto sulla sicurezza

Smartworking: quali sono le conseguenze sulla sicurezza informatica aziendale

Smartworking: quali sono le conseguenze sulla sicurezza informatica aziendale
Con l’emergenza Coronavirus, le nuove di disposizioni sul distanziamento sociale nei luoghi di lavoro hanno portato a dover adattare molti processi aziendali allo smartworking. Questo cambiamento repentino che hanno subito le aziende, ha avuto conseguenze sulla sicurezza delle loro reti informatiche e dei dati. Sono tantissime le informazioni che quotidianamente vengono trasmesse online e il rischio di vedere compromessa la privacy e la sicurezza dei dati è altissimo.

Quali sono gli aspetti che gravano sulla cybersecurity aziendale?

L’utilizzo dei dispositivi personali da parte dei dipendenti è il primo fattore di rischio per la sicurezza informatica della propria azienda. Questo perché non sono implementati con le adeguate infrastrutture, come per esempio antivirus, connessione wi-fi protetta e criptografia. Inoltre, è difficile avere un quadro chiaro dei dispositivi autorizzati ad avere accesso alla rete e ai dati aziendali. Da non sottovalutare anche la pericolosità dei dispositivi presenti invece in ufficio e la protezione del server a cui sono collegati.
 

Le minacce informatiche durante l’emergenza Covid-19

Le principali minacce alla cybersecurity aziendale avvertite durante l’emergenza Covid-19 sono state numerose:
 
Phishing, malware e ransomware sono aumentati proprio approfittando della paura del periodo, organizzando truffe legate al coronavirus. In maniera ingannevole vengono chieste informazioni, dati finanziari o codici di accesso, fingendosi un ente affidabile e autorizzato;
 
Spam e fake news sono delle vere e proprie minacce digitali, in quanto in alcuni casi possono contenere virus con l’obiettivo di attaccare la privacy e la sicurezza dei dati presenti sul dispositivo da cui ci si connette;
 
Ecosistema informatico debole, cioè non adeguatamente predisposto all’archiviazione sicura delle informazioni aziendali e alla protezione dei dati. 
 

Come proteggere la rete informatica aziendale? La soluzione è Eyewall di Resolteam

Sono tante le operazioni da attuare per rendere ogni giorno più sicura la rete aziendale: uso di password efficaci, controllo delle applicazioni o monitoraggio degli accessi autorizzati, solo per citarne alcuni. Tuttavia, non sempre può bastare. Per avere una sicurezza adeguata e non incorrere in spiacevoli attacchi hacker che potrebbero compromettere tutto il sistema aziendale, è necessario affidarsi a personale esperto e dotarsi di sistemi di cybersecurity avanzati come Eyewall.
 
Eyewall è una soluzione completa per la protezione dei dati e delle reti informatiche garantendo una copertura al 100% e assicurando il recupero dei dati danneggiati dall’attacco hacker. Il tutto avviene nel pieno rispetto del sistema di protezione delle reti informatiche previsto dal Regolamento Europeo 2016/679.
 
Le nostre aree di intervento riguardano:
 
- Gestione delle minacce (UTM), Firewall ultima generazione, VPN, difesa contro DDoS (Distributed DoS), Proxy e controllo navigazione
 
- Rilevamento attacchi APT (Advanced Persistent Threat), Sistemi di controllo per la fuoriuscita di informazioni aziendali (DLP), Antivirus, Antispam, Mobile Device Management (MDM)
 
- Intrusion Test Security mirato con scansione delle vulnerabilità sia della rete interna che esterna, strumenti per il controllo degli accessi alla rete aziendale.
 
Inoltre, la Centrale Operativa informatica di Resolteam formata da tecnici informatici e GPG esperti, presidiata 24 ore su 24, è in grado di intervenire prontamente in caso di attacco e di prevenire ogni tipo di problematica grazie al monitoraggio continuo.