News ed eventi

Tutto sulla sicurezza

Videosorveglianza: come scegliere il sistema di protezione per la tua casa o negozio

Videosorveglianza: come scegliere il sistema di protezione per la tua casa o negozio
Proteggere la propria abitazione o la propria attività commerciale è una necessità sempre più sentita in un periodo in cui gli atti vandalici e criminali sono molto diffusi.
Vivere con maggiore tranquillità è possibile grazie all’utilizzo di strumenti di videosorveglianza all’avanguardia, che permettono di avere costantemente sotto controllo l’area di interesse anche quando non si è presenti fisicamente.
I nuovi sistemi di video allarme si avvalgono di telecamere avanzate connesse 24 ore su 24 a una centrale operativa, garantendo un monitoraggio continuo giorno e notte. È possibile integrare inoltre funzionalità e accessori supplementari in base al livello di sicurezza che si vuole raggiungere.
 
Ma quali sono gli aspetti da prendere in considerazione per scegliere il kit di videosorveglianza adatto alle proprie esigenze?
 

Qual è il miglior kit di sorveglianza?

4 caratteristiche da valutare

1. Performance delle telecamere

La scelta di una telecamera rispetto ad un’altra non è casuale, ma deve essere guidata da attente motivazioni.
Prima di tutto è importante sapere la destinazione d’uso, cioè se deve essere installata all’esterno o all’interno. Le telecamere IP da esterno sono progettate per resistere alle intemperie e all’esposizione di agenti esogeni, funzionando perfettamente anche durante le gelate invernali o al torrido caldo estivo.
Un’altra scelta riguarda quale tipo di collegamento alla rete adottare. La connessione IP può essere wireless tramite Wi-Fi o Ethernet tramite l’apposito cavo LAN. Le videocamere wireless sono più facili da installare e possono essere posizionate ovunque, ma sono più soggette ad attacchi hacker. Il collegamento tramite cavo Ethernet ha invece di contro la necessità di una canalina di cablaggio. Durante la scelta del posizionamento delle telecamere è quindi fondamentale prendere in considerazione questi aspetti pratici e progettuali.
 

2. Sistemi integrabili

È importante dotarsi di sistemi di videosorveglianza che possono essere integrati con funzionalità aggiuntive allo scopo di ottimizzare il livello di messa in sicurezza dell’ambiente, sia esterno che interno.
Un kit base può essere infatti supportato anche da antifurto, sirena, sensori di movimento (motion detection) o riconoscimento dei suoni (sound detection) e da applicazioni mobile.
Gli antifurti più moderni sono collegati a centrali operative che verificano l’effettiva emergenza in caso di ricezione dell’allarme. Solo a seguito di questa verifica, viene inviata una pattuglia di sicurezza per un pronto intervento.
I sensori, posizionati strategicamente nei punti più a rischio dell’abitazione o negozio, possono essere di ulteriore aiuto nel rilevamento di eventuali anomalie. Tra le diverse tipologie possiamo trovare: sensori perimetrali, sensori urti e vibrazioni, sensori fumo e sensori allagamento.
L’integrazione di applicazioni per smartphone, inoltre, permette di controllare continuamente lo stato del sistema di sicurezza della casa o negozio. Quando ci si dimentica di inserire l'allarme, si può porre rimedio con pochi click anche a distanza.
 

3.Personalizzazione del servizio

La personalizzazione del sistema di sorveglianza è una caratteristica fondamentale per avere un impianto di sicurezza completo e quanto più adatto alle proprie necessità. Occorre porre l’attenzione sull’analisi della localizzazione della casa o del luogo di lavoro, in entrambi i casi il sistema di videosorveglianza scelto deve assicurare prestazioni personalizzate e incentrate sulle effettive singole esigenze.
Nello specifico, prima di procedere all’installazione è importante analizzare in maniera preventiva la fattibilità e le specifiche del progetto, individuare la soluzione migliore e offrire una formazione mirata per il corretto uso dell’intero impianto.
 

4.Rispetto della privacy

Un ultimo aspetto da valutare quando si sceglie un sistema di video allarme è il rispetto della normativa sulla privacy. Le telecamere riprendono tutte le persone che entrano nel loro raggio d’azione e pertanto il loro utilizzo non deve risultare improprio e vincolato dalle normative vigenti in materia. È importante precisare che: la raccolta e la conservazione di immagini e di registrazioni video possono essere lesive della privacy individuale. Avere un supporto sui protocolli e sulla corretta gestione dei cartelli, è una prerogativa fondamentale per l’installazione corretta e sicura di questi impianti.
Inoltre, alcune soluzioni sono dotate di telecamere con otturatore meccanico motorizzato per coprire automaticamente le lenti quando non è più necessaria la sorveglianza e si vuole tutelare anche la propria privacy.